I Pattern Modali
Suonare ad orecchio vuol dire non leggere o non saper leggere la musica scritta su un pentagramma, ma sapere come interpretare la simbologia degli accordi. Comprendere il simbolo di un accordo implica la possibilità di costruirlo con un processo logico, e di eseguirlo al pianoforte agendo sui giusti tasti.
I Pattern sono concepiti principalmente per ricavare dal simbolo di un accordo la corrispondente posizione sulla tastiera del pianoforte, con un procedimento schematico e formale, ma allo stesso tempo relativamente semplice, basato sulle regole dell'Armonia Modale.
I Pattern non sono un insieme di posizioni da imparare a memoria, ma un approccio che consente di comprendere la logica generale per costruire qualsiasi accordo. La conoscenza del meccanismo di costruzione di un accordo di settima indicato nella notazione simbolica implica necessariamente una sufficiente consapevolezza non soltanto della disposizione delle dita sui singoli tasti, ma soprattutto del significato armonico dell'accordo, e quindi di ciò che si suona.
Quando la mano si posizionerà sui tasti corretti con naturalezza e nel giusto tempo, il processo di acquisizione è concluso ed il risultato sarà suonare modale.

Simboli di Accordo

Non esiste purtroppo una notazione simbolica standard universale per descrivere gli accordi. In questo manuale ci si riferisce ad una notazione molto utilizzata nei più recenti Real Books, ma gli stessi accordi possono essere rappresentati in modo diverso.
Ad esempio D, DM7, DMaj7, DΔ hanno lo stesso significato di DMa7; Dmi, D-, D-7 hanno lo stesso significato di Dm7; DØ e DØ7 hanno lo stesso significato di Dm7(b5).
Per quanto riguarda il nome delle note, si preferisce generalmente usare la notazione internazionale, per stimolare il lettore a prenderne confidenza.
Qualsiasi sia la notazione usata, ogni simbolo di accordo deve necessariamente indicarne la tonica, cioè la nota di partenza. Il primo passo sarà quindi di individuare il tasto corrispondente alla tonica sulla tastiera nell'ottava in cui si intende suonare l'accordo, generalmente attorno alla ottava centrale.
Il simbolo indicherà dopo la tonica anche la qualità dell'accordo ("Maggiore", "Minore" o "Diminuito"), il tipo di intervallo di settima e di eventuali altri intervalli extra. Un qualsiasi accordo, comunque complesso, può essere riportato ad un Accordo di Settima (quattro voci), eliminando tutti gli intervalli extra, mantenendo comunque le caratteristiche più importanti dell'accordo originale.

Struttura del Pattern

Le posizioni per gli accordi di settima, sebbene diverse tra loro, hanno in comune una struttura, indipendente dalla specifica tonica e dallo specifico accordo:
  • Il dito più a sinistra è sempre sulla tonica
  • Il secondo dito da sinistra (3s e 2d) è sempre sulla terza, e di conseguenza decide se si tratta di un accordo maggiore o minore
  • Il dito più a destra (1s e 5d) è sempre sulla settima, e di conseguenza decide se si tratta di una settima maggiore o minore
  • Il terzo dito da sinistra (2s e 3d) è sempre sulla quinta, e di conseguenza decide se si tratta di una quinta naturale o diminuita
  • L’anulare (4) è sempre libero
Va da sé che la posizione corrisponderà ad un accordo a quattro voci composto da tonica, terza, quinta e settima. Chiameremo "Pattern" questa generica posizione.
I pattern sono di quattro tipi, corrispondenti ai quattro tipi di accordo di settima: maggiore settima (Ma7), minore settima (m7), dominante settima (Dom7) e semidiminuito (m7b5).

Pattern Base

Il pattern è una posizione delle dita che consente di eseguire Triadi ed Accordi di settima mantenendo in ogni istante la consapevolezza della natura e qualità di ogni singolo intervallo che lo costituisce.
Il concetto di pattern deriva dal fatto che per formare un accordo le dita della mano si dispongono sui tasti con una logica relativa ad una qualsiasi nota di partenza (tonica). Il pattern non è associato ad uno specifico accordo -e quindi ad una specifica tonica- ma ad un tipo di accordo, cioè ad una struttura di intervalli. Si tratta quindi di 4 posizioni di riferimento che valgono per tutti gli accordi di settima, indicate dalle sigle Ma7, m7, Dom7, m7(b5).
Il pattern diventa un accordo quando si stabilisce la tonica, cioè la nota di partenza. Un pattern così applicato prende il nome di Pattern Base. Ad esempio se la tonica è D (RE), si possono formare i Pattern Base DMa7, Dm7, Ddom7 o semplicemente D7, Dm7(b5).

Dal Simbolo al Pattern Base

Un simbolo di accordo si traduce nel corrispondente Pattern con il medesimo procedimento già incontrato per la costruzione degli accordi di settima:
- Si trova il tasto corrispondente alla tonica indicata nel simbolo
- Si imposta la Posizione di Ottava
- Si adattano gli intervalli di settima, terza e quinta in base a quanto indicato dal simbolo, scartando tutti gli eventuali intervalli extra.
La posizione che si ottiene corrisponderà all'accordo indicato dal simbolo, e prende il nome di Pattern Base.

Posizionamento

La nota indicata nel simbolo dell'accordo è la tonica dell'accordo stesso. Da questa nota si può impostare la Posizione TTST, ed estenderla nella Posizione di Ottava, senza necessariamente posizionare il dito più a destra sull'ottava, se si avverte una difficoltà muscolare o articolare, mantenendolo quindi libero. L'importante è mantenere visivamente la posizione del tasto corrispondente all'ottava.
Se si ha difficoltà a raggiungere l'ottava con il pollice sinistro o il mignolo destro, ed anche difficoltà a riconoscerla visivamente, è possibile inizialmente eseguire la triade con la sinistra (passo 1 e 2) ponendo un dito della destra sull'ottava, per poi spostarlo fino a raggiungere la settima richiesta (3); a quel punto sostituire il dito della destra con il mignolo sinistro.

Adattamento

La Posizione di Ottava viene quindi adattata al tipo di accordo con minimi spostamenti delle dita che determinano l'eventuale abbassamento di semitono della settima, terza e quinta.
  • Il dito più a destra deve essere portato sul tasto immediatamente precedente all'ottava (settima maggiore) per gli accordi Ma7; per tutti gli altri accordi deve essere portato sul tasto ancora precedente (settima minore), un tono intero prima dell'ottava
  • Il secondo dito da sinistra (terza) sul tasto immediatamente precedente per gli accordi di tipo m7 e m7(b5), per formare l'intervallo di terza minore
  • Il terzo dito da destra (quinta) sul tasto immediatamente precedente solo per l'accordo di tipo m7(b5), per formare l'intervallo di quinta diminuita
Lo schema seguente è dinamico. Selezionare una tonica per visualizzare le posizioni dei quattro Pattern Base
Tonica: 
  mano sinistra

Mano Sinistra

mano destra

Mano Destra

Formazione della
Posizione TTST
5s
4s
3s
2s
1s
1d
2d
3d
4d
5d
Formazione della
Triade
5s
3s
1s
1d
3d
5d
Estensione alla
Posizione di Ottava
5s
3s
2s
1s
1d
2d
3d
5d

Ottava abbassata di semitono
Ma7
5s
3s
2s
1s
1d
2d
3d
5d

Settima abbassata di semitono
Dom7
5s
3s
2s
1s
1d
2d
3d
5d

Terza abbassata di semitono
m7
5s
3s
2s
1s
1d
2d
3d
5d

Quinta abbassata di semitono
m7b5
5s
3s
2s
1s
1d
2d
3d
5d
Nota: I simboli dei Pattern Base coincidono generalmente con i simboli degli accordi, ma non necessariamente. Ad esempio, applicando il Pattern Dom7, l'accordo risultante è indicato simbolicamente con il solo numero 7 subito dopo la tonica, ad esempio D7.
Con lo studio e l'esercizio, le posizioni degli accordi risulteranno sempre più semplici e familiari, e non sarà necessario alcun calcolo ma solo la memoria visiva e meccanica. Nei primi tempi, per trovare sulla tastiera la posizione di un accordo, si può applicare un semplice procedimento per passi successivi, utilizzando le dita come segnaposti per facilitare i calcoli armonici necessari.


Pattern ed Accordi Tipici

Gli accordi più ricorrenti sono quelli ricavati dallo Sviluppo Modale della Scala TTSTTTS, detti Accordi Tipici o completi. La seguente tabella mostra la loro riduzione ad accordi di settima (Pattern), sulla base delle caratteristiche della triade e dell'intervallo di settima dell'accordo originale.
Grado della scalaIIIIIIIVVVIVII
Struttura degli IntervalliTTSTTTSTSTTTSTTTSTTTSSTTSTTTTSTTSTTTTSTTSTTTTSTTS
Alterazioni tipiche  b9,b6+11 b6b5, b9, b6
Accordo TipicoMa7m7m7(b9)Ma7(#11)7m7(b6)m7(b5)
Tipo Accordo di SettimaMa7m7Ma7Dom7m7m7b5
Qualità della TriadeMamiMamidim
Qualità della di SettimaMaggioreminoreMaggioreminore
Esempio di accordo in MIbMIb Ma7FA m7SOL m7LAb Ma7SIb 7DO m7RE m7(b5)
Esempio di accordo in FAFA Ma7SOL m7LA m7SIb Ma7DO 7RE m7MI m7(b5)
I pattern sono adattabili perché possono abbellire una triade aggiungendo una voce (settima), e possono viceversa semplificare accordi complessi riducendoli ai quattro tipi di base (triade più settima).
I Pattern sono accordi a quattro voci costruiti per terze diatoniche, pertanto non comprendono:
  • La 4^, che non si adatterebbe all’accordo Ma7(+11), costruito sul IV grado
  • La 6^, che non si adatterebbe all’accordo m7(b6), costruito sul VI grado
  • La 9^, che non si adatterebbe all’accordo m7(b9), costruito sul III grado
Va da sé che con i soli 2 pattern Ma7 e m7 si possono eseguire cinque diversi accordi di settima. I Pattern Dom5 e m7b5 si adattano invece esclusivamente agli accordi di V e VII grado rispettivamente, ed indicano senza ambiguità la posizione della loro tonica nella Scala Fondamentale. Risulta quindi che quattro Pattern sono sufficienti per eseguire un qualsiasi Accordo Tipico.

Pattern Radice (Posizione di riferimento)

Un Pattern Base è la posizione delle dita corrispondente ad un accordo di settima, ed è costruito sviluppando la Posizione di Ottava a partire dalla tonica dell'accordo descritto dal Simbolo di accordo. Ma la vera potenzialità dei Pattern non si limita semplicemente agli accordi da eseguire.
Per utilizzare tutte le potenzialità dei Pattern è essenziale ricavare dal simbolo dell'accordo la Tonalità a cui esso appartiene. Si tratta della Analisi Armonica, un procedimento che consente di scomporre il simbolo dell'accordo in due componenti: Tonalità e Grado della tonica dell'accordo nella Scala Fondamentale della tonalità. Si ricava così dal simbolo dell'accordo il suo vero significato: accordo costruito a partire da uno specifico grado di una determinata scala.
Ad esempio:
  • l'accordo rappresentato dal simbolo C7 (DO7) indica che si tratta di un accordo di tipo Dom7, da cui ricaviamo il Pattern Base C Dom7
  • Il tipo Dom7 è un accordo certamente costruito sul V grado di una Scala Fondamentale (TTSTTS)
  • Per arrivare dal V al I grado, tonica della scala TTSTTTS da cui l'accordo deriva, occorre procedere dalla tonica DO dell'accordo a ritroso (senso discendente, verso i bassi) per un intervallo di quinta, come se si dovesse tornare a casa
  • Dato che sappiamo solo contare in avanti, sulla base della regola dell'inversione degli intervalli troveremo la tonica all'intervallo di una quarta in senso ascendente (verso gli acuti), quindi al quarto grado, e sara FA (F)
  • FA, tonica della scala TTSTTTS così ricavata, è anche il nome della Tonalità, per cui possiamo trascrivere DO7 come FA V
Determinata la tonalità, possiamo impostare il pattern FA Ma7 quale riferimento principale per quattro dita/note, e la "formula" TTSTTTS ci aiuterà a trovare le altre tre note che non abbiamo direttamente sotto le dita. Queste note non appartengono esplicitamente all'accordo ma appartengono alla tonalità dell'accordo originario, e sono a disposizione per l'improvvisazione sull'accordo DO 7. Questa posizione prende il nome di Pattern Radice, e può essere considerata una posizione di riposo.
Dopo aver ricavato la Tonalità di un accordo è possibile posizionare un nuovo Pattern, questa volta corrispondente alla Tonalità e non più allo specifico accordo.
In realtà non si tratta di un nuovo pattern, ma del Pattern Ma7 costruito a partire dalla fondamentale della tonalità.
Questa posizione prende il nome di Pattern Radice, e rappresenta un efficace riferimento per avere sotto mano tutte le note della tonalità, e visivamente anche il loro grado.
Sotto le dita si avranno, in ogni caso, le note al I, III, V e VII grado della Scala Maggiore, la scala più importante della tonalità dell'accordo originario. In questa posizione si può trovare, con la rapidità di un colpo d'occhio, qualsiasi altra nota della tonalità, utilizzando la formula TTSTTTS e la posizione delle dita del Pattern Ma7. Infatti, dato che il Pattern Ma7 deriva direttamente dalla scala TTSTTTS (dalla fondamentale della tonalità procedendo per terze diatoniche), risulta relativamente semplice individuare i tasti mancanti e raggiungerli utilizzando l'anulare (libero) o con leggeri movimenti relativi di uno o due dita.
Se l'accordo è costruito sul I grado, Pattern Base e Pattern Radice ovviamente coincidono. In caso contrario abbiamo a disposizione due diverse posizioni per un unico accordo: il Pattern Base, usato per suonare lo specifico accordo, e il Pattern Radice, cioè un Pattern Ma7 opportunamente posizionato sul I grado della stessa tonalità dell'accordo originario, usato come posizione di riferimento.

Pattern Relativi (rivolti e intervalli extra)

Una Tonalità è anche una famiglia di accordi. L'analisi armonica consente di individuare la Tonalità di appartenenza dell'accordo indicato simbolicamente, ed anche il Grado della scala TTSTTTS da cui ha origine.
Con questa informazione è possibile sostiture il Pattern Base con uno diverso spostando la tonica di uno o più intervalli di terza diatonica, ed applicando dalla nuova tonica il Pattern del tipo richiesto dal grado di arrivo.
Un intervallo di terza diatonica equivale a due intervalli diatonici. Sommando il grado di partenza con il numero di intervalli diatonici aggiunti, si ottiene il grado di arrivo, che determina il tipo del nuovo Pattern.
Continuando l'esempio dell'accordo C7, V grado della tonalità F, un salto di una terza diatonica (2 intervalli diatonici) dalla tonica C ci porta ad E, V + 2 = VII grado della tonalità F. Possiamo sostituire al pattern C Dom7 il pattern Em7(b5).
Un ulteriore salto di terza diatonica ci porterà al II grado: infatti VII + 2 = 9, che riportato entro il modulo di ottava è una seconda (VII+1=8=I; I+1=II). La II della tonalità F è G, nuova tonica, m7 è il Pattern per accordi di II grado; quindi Gm7 può sostituire Em(b5) ed anche C7.
I pattern relativi hanno tre funzioni interessanti:
- Abbellire l'accordo originale con intervalli di nona, undicesima e tredicesima, automaticamente alterati ove necessario;
- Offrire una posizione più comoda nei passaggi tra accordi (progressioni modali);
- Spaziare sull'intera tastiera muovendo la mano verso i bassi e verso gli acuti

Sintesi dei Pattern Modali

Il Pattern Base sviluppa un accordo di settima indicato dal simbolo di un accordo. Sapere come costruire un pattern base sulla tastiera vuol dire conoscere 48 accordi diversi, quattro per ciascuna delle 12 tonalità, e di conseguenza sapere come eseguire l'accompagnamento di qualsiasi brano musicale.
Il Pattern Radice sviluppa la struttura TTSTTTS per terze diatoniche dalla fondamentale della Tonalità. Oltre ad essere un accordo di settima, questo pattern consente di vedere negli spazi tra le quattro dita le altre tre note/tasti che completano l'insieme delle note della Tonalità, che possono essere raggiunte con lievi spostamenti orizzontali delle dita mantenendo allo stesso tempo sufficienti punti di riferimento.
Infine con il Circolo dei Pattern un qualsiasi Pattern Base può essere sostituito da altri Pattern Relativi, posizioni alternative al Pattern Base che si adattano all'accordo richiesto, e che consentono di improvvisare ad accordi spaziando sull'intera tastiera, senza perdere i riferimenti fondamentali.
La seguente tabella riassume gli elementi fondamentali dei Pattern Modali.
GradoIIIIIIIVVVIVII
ModoIonicoDoricoFrigioLidioMisolidioEolioLocrio
Accordo completoMa7m7m7(b9, b6)Ma7(+11)Dom7mi7(b6)mi7(b5, b9, b6)
PatternMa7m7m7Ma7Dom7m7m7(b5)
Esempio in CC Ma7D m7E m7(b9)F Ma7(+11)G7A mi(b6)B mi7(b5)
Esempio in F#F# Ma7G# m7A# m7(b9)B Ma7(+11)C# 7D# mi(b6)F mi7(b5)
La tabella evidenzia alcune interessanti caratteristiche del sistema modale:
  • Una qualsiasi Scala TTSTTTS si sviluppa in 7 scale modali e relativi 7 Accordi Tipici
  • Tutti gli accordi hanno una Tonica differente, ma appartengono tutti alla stessa Tonalità.
  • Una tonalità è un insieme di sette note ma implicitamente anche una famiglia di sette accordi.
  • I quattro colori nella riga "Accordo" indicano i quattro Pattern Base che si adattano al tipo di accordo specifico (Accordo Tipico)


Pagina Precedente
Pagina Successiva

Skip Navigation Links
PIANO TRAINERExpand PIANO TRAINER