Indice del manuale
Introduzione al manuale

PARTE I - La teoria delle scale ad accordi

  • 1. Note ed intervalli
    Il materiale di questa lezione introduttiva è certamente noto a tutti. Dopo una breve illustrazione della Scala Diatonica Naturale (SDN), fondamento del nostro sistema musicale, ci si addentra negli intervalli tra le note, che rappresentano il mattone costitutivo della musica
    • 1.1.Il suono
    • 1.2.Le note e la scala diatonica naturale
    • 1.3.I tasti neri
    • 1.4.Gli intervalli
    • 1.5.Classificazione qualitativa degli intervalli
  • 2. Le scale
    Questa lezione tratta la teoria delle scale, ed indica la logica di costruzione di una scala fondamentale maggiore in qualsiasi tonalità ed il suo sviluppo modale. Questa base teorica è affiancata da una parte pratica per la chitarra (parte II cap. 7) che indica poche posizioni comode per eseguire tutte le scale modali su tutta la tastiera
    • 2.1.La scala fondamentale
    • 2.2.La tonalità
    • 2.3.Lo sviluppo modale
      • 2.3.1. Sviluppo modale della Scala Diatonica Naturale
      • 2.3.2. Sviluppo modale delle Scale Maggiori
  • 3. Gli accordi
    Come si vedrà, vi è una stretta interconnessione tra scale ed accordi, talmente stretta che in pratica si può ragionare in termini di scale o di accordi indistintamente. Questa lezione indica come costruire le triadi (accordi di tre note) e come abbellire gli accordi con le settime ed altre alterazioni
    • 3.1.Triadi
    • 3.2.Accordi di settima
    • 3.3.Scale ad accordi
    • 3.4.Alterazioni tipiche
  • 4. Chiavi e tonalità
    La tonalità è forse il lato musicale più oscuro per chi suona ad orecchio. Con il materiale fin qui analizzato si possiede la base per trasporre una qualsiasi scala o accordo in una qualsiasi tonalità. Qui si illustra un semplice meccanismo, il circolo delle quinte, che consente non soltanto di suonare giri armonici gradevoli ma anche di comprendere un elemento importante della partitura: la notazione in chiave
    • 4.1.La notazione in chiave
    • 4.2.Il circolo delle quinte
    • 4.3.Inversione degli intervalli
    • 4.4.Trasposizione di tonalità
  • 5. Le progressioni
    A questo punto si è in grado di comprendere il motivo per cui alcune sequenze di scale e/o accordi suonano particolarmente gradevoli all'orecchio
    • 5.1.Introduzione
    • 5.2.II-V-I
    • 5.3.I-VI-II-V
    • 5.4.II-V
  • 6. Esercizi sulla teoria dell’armonia

Parte II - Tecnica di improvvisazione alla chitarra

  • 7. Tecnica di esecuzione delle scale
    La lezione fornisce posizioni semplici, comode e potenti per poter suonare le scale su qualsiasi punto della tastiera. Si tratta di 5 pattern (sequenze di note, opportunamente posizionate) ed una regola di applicazione che consente di suonare con i pattern le 7 scale modali in qualsiasi tonalità e su qualsiasi posizione
    • 7.1.Introduzione
    • 7.2.La tastiera e le corde
    • 7.3.Rappresentazione grafica delle scale
    • 7.4.Pattern e tonalità
    • 7.5.Pattern e modalità
    • 7.6.I cinque pattern
    • 7.7.Pattern a doppia radice
    • 7.8.Caratteristiche dei pattern
    • 7.9.Il Circolo dei Pattern
  • 8. Tecnica di esecuzione degli accordi
    Così come per le scale, questa lezione fornisce posizioni comode e potenti per suonare accordi e loro alterazioni sull'intera tastiera. Dopo una rapida panoramica su posizioni aperte e barrè, si illustrano le posizioni tagliate, che consentono di suonare qualsiasi tipo di accordo in qualsiasi tonalità
    • 8.1.Introduzione
    • 8.2.Posizioni aperte
    • 8.3.Il barrè e le posizioni mobili
    • 8.4.Accordi di settima ed abbellimenti
  • 9. Set di pattern e famiglie di accordi
    Scale ed accordi sono tra loro in stretta relazione. Su ogni accordo si possono suonare almeno 7 scale diverse, e su ogni scala si possono suonare almeno 7 accordi diversi. E' l'ultimo passo per avere una completa padronanza dell'improvvisazione
  • 10. Esercizi pratici alla chitarra

Parte III - Approfondimenti teorici e pratici

  • 11. Teoria e pratica delle scale pentatoniche
    Le scale pentatoniche sono note, almeno di nome, a tutti coloro che improvvisano ad orecchio. E' una sonorità più aperta, in quanto si suonano solo 5 delle 7 note di una scala maggiore, che consente di adattare una scala a più tipi di accordo. Si vedrà lo sviluppo modale della scala pentatonica maggiore e la costruzione dei relativi pattern a partire dai pattern di base
    • 11.1. Struttura e sviluppo modale delle scale pentatoniche
    • 11.2. Pattern pentatonici
    • 11.3. Scale pentatoniche naturali
    • 11.4. Applicazioni di scale pentatoniche
    • 11.5. Il pattern blues
  • 12. L’armonia della tonalità minore
    L'armonia delle scale maggiori e la tecnica dei pattern e degli accordi mobili è la base teorico-pratica che consente di improvvisare su pressoché qualsiasi brano. La conoscenza della tonalità minore e del suo sviluppo modale consente di abbellire ed arricchire il suono, e di comprendere le sequenze di accordi di una partitura musicale più complessa. La lezione è suddivisa in una parte teorica e nella relativa parte pratica alla chitarra
    • 12.1. Introduzione
    • 12.2. La scala minore naturale, armonica e melodica
    • 12.3. Circolo delle quinte minori e notazione in chiave
    • 12.4. Sviluppo modale della scala minore melodica
    • 12.5. Le scale modali e gli accordi della scala minore melodica
    • 12.6. Caratteristiche degli accordi costruiti sulla scala minore melodica
      • 12.6.1. Struttura degli accordi
      • 12.6.2. L’accordo sul V grado (misolidio 6b)
      • 12.6.3. Scala ed accordo al VII grado (Dominante alterato)
  • 13. Tecnica di esecuzione delle scale minori
    • 13.1. Introduzione
    • 13.2. Scale in tonalità minore
    • 13.3. Accordi in tonalità minore
  • 14. Armonia della Scala Diminuita
    • 14.1. La Scala Diminuita
    • 14.2. Tonalità
    • 14.3. Relazioni tra scale
    • 14.4. Modo alterato (VII s.m.m.)
    • 14.5. Scala a toni interi
  • 15. Pattern per scale diminuite e a toni interi
  • 16. Analisi della struttura armonica
    • 16.1. Introduzione all’analisi armonica
    • 16.2. Esempio 1: Autumn Leaves
    • 16.3. Esempio 2: Satin Doll
    • 16.4. Esempio 3: My Favorite Things
    • 16.5. Esempio 4: Progressione blues E7|A7|B7 e pentatoniche
  • 17. Armonizzazione
    • 17.1. Introduzione
    • 17.2. Armonizzazioni di base
    • 17.3. Tonalità e modalità
    • 17.4. Sostituzione di tritono negli accordi dominanti
    • 17.5. Armonizzazione con accordi diminuiti e “four-way-close”
    • 17.6. Armonizzazione di accordi di settima dominante
Conclusioni
Bibliografia
  • Appendici
    • I. Notazione ‘slash’
    • II. Sostituzione degli accordi
    • III. Notazione degli accordi
    • IV. Accordi sulla tastiera del pianoforte
Copertina Metodo per Chitarra Metodo di improvvisazione musicale per chi suona la chitarra ad orecchio
di Roberto Villari
3a edizione 10/2012
ISBN 9788891037091
Formato 21x29,7 - Copertina Morbida Bianco e nero - 140 pagine

Indice

Scarica gratuitamente l'ultima edizione del Manuale in formato PDF pronta per la stampa

Download
Puoi acquistare la versione a stampa just-in-time nelle Librerie Feltrinelli o direttamente dal sito La Feltrinelli

Acquista online

Supporta il progetto!
Il Manuale per chi suona a orecchio nasce dal desiderio di condividere conoscenze ed esperienze con altre persone, in modo libero e gratuito.
Offrire questo lavoro a tutti, aggirando le barriere economiche, è per me una grande soddisfazione, ma si tratta di una operazione in certa misura onerosa.

Sostieni questo progetto con un tuo contributo. Il supporto finanziario è un fattore chiave della diffusione libera e gratuita del proprio lavoro. Con la tua donazione contribuirai all'aggiornamento ed allo sviluppo del Manuale, ed alla sua diffusione gratuita.

Il tuo contributo è un bel modo di dire grazie per il duro lavoro svolto per questo progetto. Che ne dici di donare qualcosa oggi? E' facile e puoi farlo proprio ora mediante il famoso e sicuro sito web PayPal. Clicca sul bottone Donazione ed entrerai sul sito PayPal dove potrai indicare l'importo che desideri e digitare in sicurezza i dati della carta. Io, e tutti coloro che hanno tratto beneficio da questo lavoro, ti saremo sentitamente grati.